journal

Creare e sviluppare il brand di un salone: ecco come fare

30 Marzo – Tempo lettura 10 min

Creare un brand salone di parrucchieri

"Sviluppare il branding di un salone aiuta ad acquisire e fidelizzare i clienti e differenziarsi dalla concorrenza"

Quando si apre un salone di parrucchiere o di estetista, per avere successo non basta essere bravi nel proprio lavoro ma bisogna anche saper creare e sviluppare il proprio brand.

Ma cosa significa? Qual è l’obiettivo? E perché è importante farlo?

Creare un brand solido permette di distinguersi dalla concorrenza, attirare naturalmente nuovi clienti e fidelizzare i clienti già presenti, che diventeranno a loro volta fan e portavoce dell’azienda. 

È proprio attraverso la costruzione del proprio brand, infatti, che è possibile comunicare i valori aziendali, dar voce ai valori che vogliamo trasmettere e raccontare la storia che si cela dietro alla propria attività.

Vediamo quindi cosa significa branding e come sviluppare il branding di un salone sia online e offline.

Cos’è il branding per parrucchieri e centri estetici?

E’ doveroso definire in primis un concetto fondamentale: quello di brand.

Cosa è un brand?

Il brand è quello che comunemente viene definita “marca”, ossia tutte quelle caratteristiche e quei valori che ruotano intorno a un marchio o un’azienda e che la identificano, differenziandola dalla concorrenza.

Per spiegare meglio questo concetto, possiamo fare un piccolo esempio. Cosa viene in mente quando leggiamo queste frasi?

  • Just do it
  • Ti mette le ali
  • Think different.

Se hai pensato a Nike, RedBull e Apple, significa che queste aziende sono riuscite a posizionarsi all’interno della tua mente.

Questo è esattamente lo scopo del branding: posizionare l’azienda nella mente dei consumatori attraverso i concetti e i valori che si vogliono trasmettere.

È così che Nike è abbinata al concetto di non arrendersi, RedBull alla libertà, al superamento dei propri limiti e agli sport estremi, Apple al pensare fuori dagli schemi, il famoso “Thinking outside the box”.

Quando parliamo di branding, quindi, ci riferiamo a tutto ciò che viene detto, sentito e pensato dalle persone riguardo a un’azienda, i suoi prodotti e i suoi servizi. Come direbbe Jeff Bezos (il fondatore di Amazon): “Branding è quello che le persone dicono di voi quando non siete nella stanza”.

Ma non solo: branding significa anche trasmettere questi valori all’esterno e promuovere la propria attività sul mercato.

L’importanza del branding aziendale in un’ottica di marketing

Attraverso il proprio brand un’azienda definisce con esattezza i propri valori e la propria missione, i propri servizi e i propri prodotti e anche la clientela alla quale si sta rivolgendo.

E qual è la differenza tra un piccolo parrucchiere di paese e un salone di lusso? La grande differenza sta proprio nella strategia di branding

Per sviluppare il proprio brand è quindi fondamentale rivolgersi alcune domande fondamentali, come ad esempio:

  • Qual è il nome dell’azienda? Cosa si vuole trasmettere con questo nome?
  • A chi ci si rivolge?
  • Qual è la storia dell’azienda?
  • Quali servizi vengono offerti?
  • Quali prodotti vengono utilizzati?
  • Chi sono i competitor?
  • In cosa l’azienda si distingue dai competitor?
  • Qual è il messaggio che si vuole trasmettere?

Una volta che abbiamo chiare le risposte, è importante che tutta la comunicazione aziendale sia sempre orientata a rispondere a queste domande, attraverso il logo, i colori, i biglietti da visita, il sito web, i social e anche il personale che lavora in azienda.

In questo modo sarà più semplice raggiungere il triplice scopo del piano di marketing, ossia:

Come sviluppare il branding di un salone di bellezza

Abbiamo visto di come il branding può aiutare un’azienda a posizionarsi nella mente dei propri consumatori, differenziandosi al contempo dai competitor, come ad esempio gli altri saloni presenti in zona.

Ma come creare e sviluppare il branding di un salone? Esistono diversi modi per farlo, sia online che offline.

Attraverso il web, ad esempio, si può creare una strategia di contenuti, come ad esempio foto, video e consigli specifici per i clienti. 

Offline, invece, si può gestire il salone in modo impeccabile, avendo sempre la massima attenzione per il cliente e facendolo sentire sempre unico e coccolato.

Quando parliamo di branding, non sempre esiste una scissione netta e definita tra online e offline.

Perché la comunicazione rimanga omogenea, è infatti che il branding sia infatti coerente sia sul web sia in negozio.

Il branding online

Quando parliamo di comunicazione online, si intendono il modo e i mezzi che si utilizzano per comunicare i valori del proprio brand verso l’esterno, attraverso la rete.

Utilizzare internet per promuoversi e farsi conoscere è infatti diventato di vitale importanza negli ultimi anni poiché le persone hanno cambiato le proprie abitudini di acquisto proprio grazie alla diffusione della tecnologia e dei social media.

Essere presenti anche online, quindi, può aiutare un salone non solo a venire trovato in modo più semplice ma anche a sviluppare il proprio brand, ad esempio mostrando i propri servizi, i propri lavori, le recensioni dei clienti.

Tutto questo crea anche ciò che viene definito social proof o riprova sociale.

Molto spesso, infatti, le persone cercano online numerose informazioni prima di scegliere un servizio. Se un’azienda non è presente online, l’attenzione del potenziale cliente può spostarsi su un’altra che invece ha una buona visibilità su internet.

Ci sono numerosi mezzi che si possono utilizzare per creare e sviluppare un brand online, come ad esempio i social media, come Facebook o Instagram, o Google My Business, un servizio gratuito di Google che aiuta le aziende a essere trovate su Google con maggiore facilità. 

Anche avere un sito web può essere fondamentale per l’acquisizione di nuovi clienti. Li aiuterà infatti a trovare facilmente gli orari di apertura del salone o il listino prezzi, vedere le foto e i video dei lavori svolti, ottenere indirizzo e numero di telefono e così via.

Non importa spendere molti soldi in un web designer per realizzare un sito web. Ad esempio la piattaforma UALA, infatti, ogni salone ha una propria pagina web  (una vetrina online personalizzata e curata) attraverso la quale i saloni possono rafforzare la propria reputazione digitale.

Infine, non bisogna focalizzarsi solo sui potenziali clienti ma anche –e soprattutto– su chi cliente lo è già. Rimanere in contatto con queste persone è fondamentale per fidelizzarle costantemente.

Si può ad esempio inviare loro email, SMS o messaggi Whatsapp in cui si ricorda un appuntamento, inviamo gli auguri di compleanno oppure presentiamo le offerte e le promozioni attive in negozio.

Il branding offline

Oltre allo sviluppo del branding online, anche ciò che viene fatto offline è molto importante. Anche in negozio, infatti, è importante mantenere la stessa comunicazione, la stessa vision e la stessa missione aziendale che viene presentata offline.

Questo deve essere presente nei biglietti da visita, nella vetrina e anche nel personale che è in negozio.

Ma come si sviluppa e si rinforza un brand offline?

La parola chiave è: differenziarsi.

Ad esempio, per riuscire a dare sempre qualcosa in più rispetto ai saloni in zona, è presentarsi in questi saloni in veste di cliente.

In cosa le nostre aspettative sono state soddisfatte? In cosa invece deluse? Cosa possiamo fare quindi per migliorare invece l’esperienza dei nostri clienti?

Si parla di esperienza e non di prodotto o servizio. Al giorno d’oggi, infatti, è importante che un salone venda non solo il miglior prodotto o servizio di sempre, ma la migliore esperienza che il cliente potrebbe desiderare.

Non basta utilizzare ottimi prodotti ma far sentire il cliente speciale, coccolato e soprattutto ascoltato e consigliato.

In che modo è quindi possibile distinguersi dalla concorrenza? Ecco alcune idee:

  • Accogliere i clienti sempre con un sorriso
  • Offrire una consulenza gratuita
  • Offrire qualcosa da bere o da mangiare ai tuoi clienti
  • Offrire un piccolo massaggio a chi è in attesa
  • Regalare un gadget
  • Donare dei campioni omaggio o dei cataloghi
  • Risolvere un problema specifico che gli altri non risolvono
  • Dare consigli di bellezza da poter eseguire a casa in completa autonomia.
Foto cliente durante taglio di capelli

Sviluppare il branding di un salone, sia online che offline, è di fondamentale importanza per posizionarsi nella mente dei consumatori, differenziarsi dalla concorrenza e ottenere il successo.

Per alcune attività che comprendono il branding, come le comunicazioni, un posizionamento sui motori di ricerca e la creazione di promozioni sicuramente un gestionale può aiutare in queste attività.

UALA è al fianco di più di 9000 saloni in tutta Europa e li aiuta in queste funzionalità ogni giorno, dalla gestione dell’attività, al tracciamento dei dati,  al piano di marketing. 

Scegliere Uala significa entrare a far parte di una community di professionisti della bellezza visionari, che vivono il proprio business con lo sguardo sempre rivolto verso il futuro. 

E il tuo sguardo da che parte è rivolto?

Richiedi una demo gratuita del nostro gestionale oppure contattaci allo 02.56566170.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla newsletter.

Richiedendo informazioni, acconsento al trattamento dei miei dati personali in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy